Lunedì 06 Luglio 2020
   
Text Size

“Battesimo del fuoco” per le nuove “reclute”

Alle prese con le operazioni di bonifica (2)

Tra i neo volontari della Protezione Civile c’è anche Said, originario del Marocco e residente a Turi da quattro anni

Il neo volontario Said

Un nuovo volontario si aggiunge alla fila del Gruppo di Protezione Civile di Turi. Si tratta di Lekbir Said: originario del Marocco, è arrivato in Italia otto anni fa e da quattro ha scelto il nostro paese come sua casa d’adozione. Ha messo radici solide, trovando un lavoro e costruendo un nido per la sua famiglia.

La collaborazione, coordinata con l’Ufficio Servizi Sociali, si lega alla misura sociale del “Reddito di Dignità”, i cui beneficiari sono chiamati a contribuire con attività utili per la collettività. Said, dunque, farà compagnia alle nostre “sentinelle” per un anno, mettendo a disposizione il proprio impegno due giorni a settimana. E, ascoltando le parole del coordinatore Marco Di Pinto, il neo volontario ha già dato prova di essere animato dai più nobili intenti in quello che possiamo a ragion veduta definire il suo “battesimo del fuoco”.

I 'veterani' addestrano le 'reclute'

Giovedì 11 giugno, difatti, era in programma un’esercitazione dedicata alle “reclute”, mirata a illustrare le procedure per operare in sicurezza negli interventi di contenimento dei roghi estivi. Il caso ha voluto che proprio quel giorno si sia verificato un incendio, purtroppo reale, nei pressi di via Gioia Canale. La Protezione Civile, come sempre, si è mobilità tempestivamente ma, arrivati sul luogo, hanno trovato i Vigili del Fuoco che avevano già provvedendo a estinguere le fiamme.

A quel punto, i nostri volontari hanno proposto di occuparsi delle operazioni di bonifica del suolo, così da alleggerire gli uomini del Distaccamento di Putignano da un’incombenza che porta via anche alcune ore e, al tempo stesso, avere l’opportunità di eseguire l’esercitazione prevista. L’appuntamento viene fissato per il primo pomeriggio di giovedì. Ironia della sorte, giunti sul posto, è stato avvistato un secondo incendio, divampato in un altro suolo incolto poco distante dal primo. Ed ecco che l’esercitazione si è trasforma in una vera e propria prova sul campo, di fronte alla quale Said non si è tirato indietro. Le nostre “sentinelle”, diventate ormai esperte nella gestione di questi episodi, sono riuscite in breve ad arginare le fiamme e ad avere la meglio sul rogo. Subito dopo, si è proseguito con la bonifica, assicurandosi che in entrambi i suoli non ci fossero focolai in grado di alimentare nuovamente l’incendio.

Farmacia territoriale, prosegue il ritiro dei medicinali

Nello spirito del mutuo e disinteressato soccorso che anima la Protezione Civile, viene offerta alla collettività un’altra importante opportunità. I volontari, apprendendo che varie famiglie non hanno la possibilità di spostarsi autonomamente, hanno proposto al sindaco Tina Resta e al Comandante della Polizia Locale, il dott. Raffaele Campanella, di proseguire il servizio gratuito di ritiro dei farmaci e dei dispositivi sanitari dalla farmacia territoriale di Gioia del Colle. Iniziativa che è stata accolta e autorizzata senza esitazioni.

Per il mese di giugno, il ritiro è previsto giovedì 25; in futuro, invece, il servizio verrà espletato l’ultimo martedì del mese, nella fascia oraria in cui la farmacia non riceve al pubblico così da non creare alcuna congestione.

I cittadini interessati possono contattare la Protezione Civile al numero 080 45 17 533 o recarsi nella sede storica in Piazza Silvio Orlandi, 18.

Fabio D’Aprile

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.