Martedì 15 Ottobre 2019
   
Text Size

La Protezione Civile fa “gli straordinari”

Incendio in via Sammichele (1)

Nello stesso giorno, i volontari affrontano due roghi consecutivi, causati dalle sterpaglie

Si allunga il “bollettino di guerra” che da un paio di settimane tiene traccia dei roghi che si verificano puntualmente in paese o lungo le vie periferiche. A bruciare sono le solite sterpaglie, lasciate colpevolmente crescere lungo i cigli delle strade. Il caldo o il gesto sconsiderato di qualche automobilista, che lancia in corsa la classica cicca di sigaretta, fanno il resto.

Nella mattinata di martedì 9 luglio, i volontari della Protezione Civile di Turi hanno dovuto fare gli straordinari, fronteggiando due incendi che, per giunta, sono divampati a breve distanza l’uno dall’altro.

Incendio in via Sammichele (2)

Il primo si è verificato in Strada comunale Santa Teresa (zona via Sammichele), di fronte al bosco che sorge nei pressi della masseria Orlando. L’allarme è stato lanciato da uno dei volontari che si trovava in zona. Sebbene il rogo avesse interessato il lato opposto rispetto all’area boschiva, la prima preoccupazione della squadra della Protezione Civile è stata quella di circoscrivere nell’immediato l’incendio, evitando che le fiamme avessero campo libero. L’ottimo lavoro ha scongiurato che si innescasse una situazione simile a quella che si è registrata la scorsa settimana sulla Turi – Conversano, dove sono andati in fumo due ettari di bosco e, per riuscire ad avere la meglio sul fuoco, è stato necessario l’intervento di un Canadair, l’aereo antincendio in dotazione ai Vigili del Fuoco.

Per dovere di cronaca, ricordiamo che l’anno scorso la stessa zona fu interessata da un incendio del tutto simile nelle dinamiche, che distrusse tra l’altro uno dei pali della linea telefonica, ad oggi non ancora ripristinato. Un dato che, a costo di sembrare pedanti, dovrebbe motivare a verificare che i vari proprietari dei campi che si affacciano su queste strade provvedano a sfalciare le erbacce prima che, seccando, diventino la miccia ideale per i roghi estivi.

Rogo in via Gioia (1)

Conclusa l’operazione in via Sammichele, come da prassi, i volontari si stavano recando a rifornire di acqua il pick-up quando sono stati contattati dal Comandante della Polizia Locale. Il dott. Campanella aveva ricevuto la segnalazione di un altro inizio di incendio localizzato in via Gioia, nei pressi della doppia curva prima della rotonda.

Giunte sul posto, le nostre ‘sentinelle’ si sono trovate di fronte al classico scenario: anche in questa circostanza il rogo era stato innescato dalle sterpaglie presenti ai lati della carreggiata. E per l’ennesima volta, grazie allo spirito di sacrificio dei nostri volontari, l’incendio è stato domato senza che causasse danni alle coltivazioni limitrofe.

FD

Commenti  

 
Annarita
#1 Annarita 2019-07-18 18:47
Perchè quando c'era il Commissario Cantadori queste cose non sono mai successe?
Citazione
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.