Domenica 18 Agosto 2019
   
Text Size

Maggioranza e opposizione a confronto

consiglio comunale 30.07.19

Le domande del consigliere Lilli Susca portano ad affrontare i problemi di stretta attualità

Gli ultimi punti all’ordine del giorno vedono la nomina dei due consiglieri comunali che, insieme al sindaco, faranno parte della Commissione che curerà l’aggiornamento degli Albi dei giudici popolari nelle Corti di Assise e nelle Corti di Assise di Appello. Su suggerimento del sindaco Resta, il Consiglio decide all’unanimità che siano i due capigruppo a designare un componente a testa, evitando lo scrutinio. Per la maggioranza viene scelto Lanfranco Netti, per l’opposizione Giannalisa Zaccheo.

Votata all’unanimità la rettifica della deliberazione commissariale con cui è stato approvato il “Programma triennale dei Lavori Pubblici e dell’elenco annuale dei lavori per l’anno 2019” e di quella che ha licenziato il “Programma biennale di beni e servizi 2019/2020”. Provvedimento resosi necessario per un refuso nell’incartamento da parte degli uffici.

Si dovrebbe passare all’esame dell’interrogazione di Sergio Spinelli ma il Consiglio devia dal canovaccio e si inoltra in un dibattito che finisce per abbracciare vari punti: dagli allagamenti in occasione delle piogge dello scorso 13 luglio alle remissioni delle deleghe del consigliere Teresita De Florio; dalla criticità dell’assenza di personale alla “medaglia al valore” che Palmisano consegna a Tina Resta per aver scelto di trattenere quattro deleghe tra le più impegnative.

A dare il via a questa irrituale fase dell’assise è il consigliere Lilli Susca che chiede la possibilità di porre alcune domande. «La prima riguarda il progetto Centro Antico Smart, sovvenzionato con 700mila euro. Leggo che, nonostante la scadenza si il 31 agosto, il livello di progettazione è “zero”».

«Con determina 131 – risponde l’assessore Dell’Aera – si è proceduto all’affidamento della progettazione e alla gestione dei lavori all’ing. Desiderato. Da parte nostra c’è la massima attenzione a seguire il progetto e già nei primi giorni di agosto ci verrà presentato lo studio di fattibilità».

«Mi fa specie – contesta il consigliere Zaccheo – che per un finanziamento intercettato nel 2016 si arrivi ad affidare la progettazione solo nel 2019, so che non è una responsabilità di questa Amministrazione ma chiedo di prestare attenzione all’Ufficio Tecnico». «Noi siamo riusciti a individuare il professionista in due mesi – annota il sindaco Resta – bisognerebbe chiedere perché non lo si è fatto nei tre anni precedenti».

Sempre su sollecitazione del consigliere Susca, si affronta il tema delle “fototrappole” per prevenire il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, che sempre più spesso vengono incendiati per “risolvere il problema”. Dell’Aera conviene sulla necessità di utilizzare questo strumento «non solo nel territorio extraurbano ma anche in quello urbano. Ci sono tante criticità: la nostra intenzione è di intervenire con una verifica puntuale al fianco della Polizia Municipale su questi comportamenti illeciti e contro il decoro urbano, che portano a degli aggravi sulle tariffe di conferimento».

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.