Domenica 18 Agosto 2019
   
Text Size

Le tre variazioni

L'assessore Graziano Gigantelli

Dopo un minuto di silenzio in memoria del carabiniere Cerciello Rega, si analizzano i nove punti all’ordine del giorno

La cronaca del Consiglio comunale inizia con un minuto di silenzio in memoria di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma durante l’adempimento del suo servizio.

Speditamente sono approvati i verbali delle sedute precedenti e viene data comunicazione della delibera di Giunta, la numero 2 del 20 giugno 2019, che ha adeguato il Bilancio di previsione alle risultanze del rendiconto di gestione 2018. Un atto formale che non prevede il voto ma solo la ratifica dinanzi all’assise.

Si arriva così al terzo punto all’ordine del giorno. Prende la parola l’assessore Graziano Gigantelli che illustra le tre variazioni apportate al Bilancio di previsione 2019/2021 al fine di «realizzare gli interventi programmati e per far fronte alle sopravvenute esigenze di spesa».

Con la prima variazione – esordisce Gigantelli – sono stati stanziati 15mila euro per il potenziamento dell’impianto illuminotecnico della Villa comunale: «come segnalato nella nota del Settore Urbanistica e Assetto del Territorio, tale intervento ha carattere prioritario per motivi di sicurezza dei luoghi interessati, poiché alcune zone della villa risultano difficilmente fruibili proprio perché scarsamente o per nulla illuminate». La seconda variazione, invece, ha previsto l’appostamento, in entrata ed uscita, del contributo regionale di 50mila per la rimozione e lo smaltimento di amianto e rifiuti illecitamente abbandonati. Infine, la terza variazione ha riguardato il progetto “Cuore di Banda”, che «anche quest’anno si lega alle celebrazioni in onore del nostro Patrono» e prevede che «l’Ente stanzi la somma complessiva di 22.590 euro per il pagamento delle prestazioni bandistiche e musicali per conto del Comitato Festa Patronale». In estrema sintesi, gli iniziali 20mila euro previsti in Bilancio «sono stati arricchiti di ulteriori 2.590 euro, frutto delle economie derivanti dalle minori spese per la colonia marina».


I lavori in Villa

Conclusa la relazione dell’assessore Gigantelli, il consigliere Angelo Palmisano apre una rapida parentesi sul problema sicurezza in Villa, facendo notare che «non è sufficiente migliorare i corpi luminosi, bisogna preventivare anche una potatura degli alberi, i cui rami ostruiscono i lampioni».

Sul punto risponde l’assessore Stefano Dell’Aera, con delega al verde pubblico: «È stato chiesto alla ditta che si occupa della manutenzione di fare nell’immediato una pota verde; successivamente, tra ottobre e novembre, si eseguirà un’adeguata potatura». «Quella della Villa – aggiunge Dell’Aera – non è l’unica situazione problematica, ci sono anche altre aree dove gli alberi coprono la pubblica illuminazione. Purtroppo, al momento non è possibile intervenire per ragioni tecniche, legate al ciclo vitale delle piante, in autunno sarà nostra premura risolvere questo disagio».

Le tre variazioni passano con i soli voti della maggioranza. L’opposizione sceglie di votare contro.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.